Creativity

Innovation

Originality

Imagination

 

Salient

Salient is an excellent design with a fresh approach for the ever-changing Web. Integrated with Gantry 5, it is infinitely customizable, incredibly powerful, and remarkably simple.

Download

clown reparto bari 005

È possibile giocare, ridere, colorare, cantare, divertirsi con tanti anche con una flebo, qualche linea di febbre e se si è in una camera di ospedale? È possibile farsi accanto a chi incrocia “la strettoia della malattia” e ri-animare il valore della Vita?
Per i volontari del progetto Clown’s day sì, è possibile, ed è possibile farlo in un clima di festa, di incontro e di dialogo, e animare così un tempo di gioco e di ricreazione in cui la necessità delle cure fisiche si intreccia con il bisogno di continuare a dare spazio e spessore alle attività più quotidiane.

Non c’è improvvisazione, è invece un tempo attentamente e intenzionalmente programmato per le diverse fasce d’età e a lavorare sono generazioni diverse di animatori, che lavorano fianco a fianco offrendo ciascuno il meglio di sé per animare la Vita dei piccoli e delle loro famiglie.

Ogni incontro comincia con un racconto: da qui emozioni, domande, idee… per un’esperienza che l’Associazione C.A.Sa. propone a quanti lo desiderano e a cui è possibile partecipare frequentando i nostri corsi di formazione.

Oggi siamo presenti a:

            • Lecce, Ospedale “Vito Fazzi”, dal lunedì al sabato dalle 18.30 alle 20.00
            • Bari, ospedale Giovanni XXIII ogni martedì, giovedì e venerdì dalle 18.00 alle 20.00

 

 

L'INCONTRO CON I BAMBINI

Un’attività con i bambini si può organizzare in tanti modi: dipende dall’obiettivo. Nella nostra esperienza di volontariato (in ospedale, negli istituti per minori e in altri contesti) il punto fermo è dato da una chiara intenzionalità educativa. L'attività con i bambini non è mai un agire neutro, ma li forma e li educa in una certa direzione. Si tratta di avere chiaro quale sia questa direzione. 

Nei nostri pomeriggi in ospedale abbiamo scelto di costruire le attività intorno ad una idea-chiave, ogni giorno diversa, ma comunque tratta dalla nostra programmazione annuale. Sulla base dell'idea individuata procediamo alla scelta di una narrazione, che è il cuore dell’attività, nel senso che gli altri momenti preparano o sviluppano proprio il momento narrativo. Che sia uno spettacolo di burattini, il racconto di una storia o un’altra forma di rappresentazione, il momento narrativo è seguito da una “rilettura” dialogata che permette di far emergere l’idea-chiave e da un’attività manuale o di gioco che permetta al bambino di “rinforzare” l’acquisizione di quell'idea accedendovi attraverso linguaggi diversi.

Questo è il cuore del nostro incontro, che è preceduto da un momento festoso di accoglienza, con musica e canzoni, e seguito da un momento conclusivo in cui esprimere un grazie per quanto si è vissuto insieme.

Il tutto si intreccia alla parola scambiata, che resta il linguaggio privilegiato di ogni incontro che voglia definirsi tale. Mentre si fa musica, si ascolta una storia o si lavora per realizzare un oggetto, tra i bambini e noi “corrono” soprattutto parole di simpatia, che creano un clima di festa e spesso rendono possibile una comunicazione più intensa sui propri vissuti. Né sono esclusi, da questa comunicazione, i genitori o gli altri adulti che sono eventualmente presenti. L’intenzionalità educativa non passa, dunque, solo attraverso la proposta di un contenuto educativo sviluppato in chiavi diverse, ma anche attraverso la libertà dell’incontro, in cerchio o faccia a faccia, in cui parlare e chiedere, raccontarsi e riflettere insieme.

Possiamo così sintetizzare la struttura-tipo di un incontro con i bambini:
1. Accoglienza con musica e canti accompagnati da chitarra e/o strumentini ritmici
2. Momento narrativo (narrazioni - storie per burattini)
3. Rilettura della narrazione per far emergere l'idea-chiave
4. Laboratorio di manualità o gioco di gruppo legato alla narrazione, possibilmente all'idea-chiave (giochi - laboratori)
5. Eventuale momento di gioco libero.
6. Momento del “grazie” suggerito dall'esperienza fatta (da scrivere su un biglietto o su un cartellone, da regalare all’interessato… le modalità possono essere tante!)
7. Momento del riordino della sala e dei materiali e saluti

 

.

Associazione di Volontariato C.A.Sa.

Aperta ogni giorno dal martedì al sabato dalle ore 20.30 alle ore 22.00

Lecce

via Cosimo De Giorgi, 81
via Cosimo De Giorgi, 81
0832.394656
+39 0832 394656
casa@animare.it
casa@animare.it
casa.associazione@pec.it
casa.associazione@pec.it
CF
CF: 93037150757
Iban
Iban: IT56K0103016004000009303895

Bari

via Isonzo, 120 - BARI
via Isonzo, 120
080.3219316
+39 080 3219316
bari@animare.it
bari@animare.it

Santeramo

via Lecce, 45
via Lecce, 45
080.3022119
+39 080 3022119
casa.santeramo@animare.it
casa.santeramo@animare.it

Fano

via Cesare Battisti
via Edmondo De Amicis, 11
fano@animare.it
fano@animare.it

Ciao, noi usiamo i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore.
Navigando sul nostro sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Per maggiori informazioni