Creativity

Innovation

Originality

Imagination

 

Salient

Salient is an excellent design with a fresh approach for the ever-changing Web. Integrated with Gantry 5, it is infinitely customizable, incredibly powerful, and remarkably simple.

Download

Libro di: Jostein Gaarder
Editore: Tea
Anno: 2011

Trama: Georg, 15 anni, una vita tranquilla, un giorno si trova di fronte ad una lettera scrittagli dal padre, morto quando lui era molto piccolo, e rimasta fino a quel momento nascosta nel suo passeggino. Chiuso nella sua stanza, il ragazzo si immerge nella lettura di una storia affascinante, quella della misteriosa “ragazza delle arance” incontrata da suo padre su un tram di Oslo… una storia che si rivelerà profondamente intrecciata alla sua. E intanto, tra la voce del padre e quella di Georg si sviluppa un dialogo che annulla le distanze di tempo e di spazio per indagare il senso della vita e del mondo. Con un finale che è un inno alla bellezza dell’esistenza.

Consigliato: A chi sa provare stupore di fronte al mistero dell’universo e della vita umana e sa cogliere la sapienza delle favole, dei miti e dell’arte.

A chi si fa domande decisive e non ha timore di cercare le risposte. 

Il nostro parere: E' una narrazione delicata, intessuta di domande profonde e capace di dare una risposta gioiosa alla più grande di tutte: vale la pena vivere sapendo di dover morire? Una lettura che scorre quasi avvolta da un senso di misterioso silenzio.

Libro di: Alessandro D'Avenia
Editore: Mondadori
Anno: 2010

Trama: È la storia di Leo, adolescente tra adolescenti in una delle nostre città, come tutti spalmato tra scuola e partite di calcetto, tra l’amico del cuore e le ragazze – una, Beatrice, “bianca come il latte rossa come il sangue”, bellissima, lontana, inafferrabile; l’altra, Silvia, azzurra, discreta e dolcissima, concreta e presente, sostegno e guida, punto di riferimento e sorella - tra i compagni e un scassatissimo motorino, l’iPod e Google. È la storia di un anno di scuola, noiosissimo e spensierato, esaltante e drammatico. È la storia di un amore puro e assoluto, e di un’amicizia limpida; è la storia di Leo, sedicenne “nato il primo giorno di scuola, cresciuto e invecchiato in soli duecento giorni”, che si sente addosso la forza di un leone ma ha uno strano rapporto con i colori: atterrito dal bianco, per lui segno dell’assenza, del vuoto, della perdita, esaltato dal rosso, il colore dell’amore, della passione, del sangue, dei capelli di Beatrice. È la storia di un ragazzo alla ricerca di se stesso, del senso delle cose, della vita, del dolore, della morte, di una valanga di emozioni che lo travolgono e, alla fine, lo salvano e lo fanno rinascere diverso, adulto e maturo.

Consigliato: A chi è adolescente, per riconoscersi e provare a dare un nome a sogni, emozioni, ansie e desideri, per riflettere sulla vita e sulla morte in modo sereno, tenero e struggente.

A chi è adulto e desidera esplorare il mondo degli adolescenti per conoscerlo e amarlo; ai genitori degli adolescenti, agli insegnanti, a tutti quelli che amano i giovani e riconoscono in loro la speranza possibile.

Il nostro parere: è un testo coraggioso che, attraverso il monologo di Leo – ora scanzonato e brillante, ora più intimo e tormentato - racconta cosa succede nel momento in cui nella vita di un adolescente fanno irruzione la sofferenza e lo sgomento, e il mondo degli adulti sembra non aver nulla da dire” (II di copertina). È un testo che racconta cosa succede nel momento in cui nella classe di un adolescente arriva un professore innamorato del suo lavoro, capace di trasformare una massa studenti annoiati, apatici e indifferenti in giovani desiderosi di vivere da protagonisti la propria vita, alla ricerca del proprio sogno, capaci di porsi delle domande e cercare risposte di senso. È un testo che mostra la forza dell’amicizia e dell’amore nella vita di un adolescente; la possibilità di scavare dentro se stessi e di scoprire ricchezze non immaginate, e di sperimentare gli adulti vicini.

Libro di: Alessandro Baricco
Editore: Feltrinelli
Anno: 2009

Trama: Quattro ragazzi di diciassette/diciotto anni, Bobby, il Santo, Luca e l’io narrante, di cui non si dice mai il nome: appartengono a famiglie borghesi, suonano in chiesa, fanno volontariato in ospedale. Hanno una vita lineare, in tutto conforme ai valori ricevuti. Ogni tanto però il loro sguardo si posa sugli altri coetanei che ballano, bevono, si divertono… Tra questi spicca Andre, bellissima, magrissima, sempre circondata da gente, anche se è profondamente sola.
Nel momento in cui i quattro entrano nel mondo di Andre, perdono tutte le certezze della loro vita, che comincia a sgretolarsi un po’ per volta. Rimane solo la voce narrante, che tornerà alla vecchia vita, ma senza un senso.

Consigliato: Ai parroci, agli operatori sociali, a tutti gli adulti che sono impegnati nell’educazione dei più giovani.

Il nostro parere: Un romanzo breve, che si legge in poche ore e che conquista. Un ritratto disincantato e lucido dei ragazzi degli anni settanta, nella cui esperienza emergono i valori, le contraddizioni, le chiusure e il desiderio di superare i limiti di una vita asfittica.

Alla leggerezza del racconto fa da contraltare l’atmosfera cupa e senza speranza in cui tutti personaggi vivono quasi isolati gli uni dagli altri, incapaci di parlarsi e di esprimersi.
È facile vedere nella vita dei quattro ragazzi la realizzazione del modello educativo tipico di quegli anni.

Libro di: Christian Frascella
Editore: fazi
Anno: 2010

Trama: Estate del 1985 in un paesino del centro Italia, sette ragazzini di appena 12 anni decidono di dare una svolta decisiva alla loro vita tentando una rapina alla banca del loro paese.
Questa è la cornice narrativa all’interno della quale si sviluppano tante altre storie.
Ognuno dei 7 piccoli protagonisti ha alle spalle una famiglia strampalata e allo stesso tempo del tutto comune, ognuno di loro ha un motivo ben preciso per cui sogna un’altra vita.
Le loro vicende si intrecciano con quelle degli abitanti di un piccolo paese di provincia con le sue regole e i suoi capi. Il dipanarsi della storia apre ad un finale inaspettato di cui i nostri amici saranno protagonisti.

Consigliato: A chi ama uno stile che sa tratteggiare con semplicità personaggi e ambienti.

A chi fa il tifo per i piccoli e per gli ultimi e vuole scoprire il mondo dei preadolescenti ponendosi dal loro punto di vista.

Il nostro parere: Un libro piacevole e appassionante che sa sorprendere quando ormai sembra tutto già scontato.

Un libro che con delicatezza e ironia apre il lettore al mondo particolare della preadolescenza e descrive in maniera intelligente la vita e i sentimenti dei protagonisti.

Libro di: Christian Frascella
Editore: Fazi
Anno: 2012

Trama: È il racconto delle disavventure quotidiane di un adolescente di periferia dalla famiglia un po’ sgangherata: la madre è scappata con un altro ed ha lasciato solo il padre, un uomo rude e severo, che i casi della vita hanno portato ad un passo dall’alcolismo, e la sorella timida, remissiva e quasi timorata di Dio, la foca monaca appunto, in realtà una ragazza normale lontana dall’istinto di ribellione del fratello. La famiglia sembra risollevarsi grazie alla nuova donna di papà che non piace affatto al nostro protagonista che trova in questa donna piacente, moderna e di polso un ulteriore motivo di ribellione all’ordine costituito. Ma la dura scorza del nostro protagonista verrà messa alla prova da alcuni accadimenti.

Consigliato: A chi vuole provare l’ebbrezza di entrare nel quotidiano e nei pensieri di un adolescente tipico ed originale allo stesso tempo.

A chi si mette sempre dalla parte dei “casi difficili”.
A chi si avventura con tenacia oltre la scorza del bullo per incontrare una persona autentica nel suo costruirsi con fatica.

Il nostro parere: La stupidità e l’energia, l’incoscienza e la tenerezza, la spacconeria e la fragilità, sono gli elementi che mescolandosi tra loro materializzano la figura di questo adolescente così straordinariamente tipico nel suo relazionarsi con gli altri e con il mondo, così spudorato nel mentire a se stesso e agli altri, da risultare irresistibile, come lui stesso dice di sé. Ed in effetti non si può resistere all’impulso di prenderlo a pugni, per le sue cocciute manifestazioni di uomo rude, così come non si può resistere al suo modo strampalato di raccontarsi, in cui passa dalle disavventure del bullo di periferia all’emulazione dotta dei duri di Hollywood, in un quotidiano che viene trasfigurato continuamente da questo suo filtro di superadolescente e da un linguaggio colorito e immaginifico. La distanza tra la sua lettura della realtà e il mondo “là fuori” con la sua durezza irriducibile, stridono e confliggono a tal punto da dare luogo ad una comicità ruvida e paradossale, dove il lettore viene accompagnato, a volte trascinato suo malgrado, sino ad una svolta inaspettata che offre al protagonista un orizzonte nuovo, senza maschere da indossare, ma con una vita da prendere in mano davvero scoprendo il proprio volto.

Associazione di Volontariato C.A.Sa.

Aperta ogni giorno dal martedì al sabato dalle ore 20.30 alle ore 22.00

Lecce

via Cosimo De Giorgi, 81
via Cosimo De Giorgi, 81
0832.394656
+39 0832 394656
casa@animare.it
casa@animare.it
casa.associazione@pec.it
casa.associazione@pec.it
CF
CF: 93037150757
Iban
Iban: IT56K0103016004000009303895

Bari

via Isonzo, 120 - BARI
via Isonzo, 120
080.3219316
+39 080 3219316
bari@animare.it
bari@animare.it

Santeramo

via Lecce, 45
via Lecce, 45
080.3022119
+39 080 3022119
casa.santeramo@animare.it
casa.santeramo@animare.it

Fano

via Cesare Battisti
via Edmondo De Amicis, 11
fano@animare.it
fano@animare.it

Ciao, noi usiamo i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore.
Navigando sul nostro sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Per maggiori informazioni