Creativity

Innovation

Originality

Imagination

 

Salient

Salient is an excellent design with a fresh approach for the ever-changing Web. Integrated with Gantry 5, it is infinitely customizable, incredibly powerful, and remarkably simple.

Download

tipi sofferenza

Parlare di sofferenza dei bambini non è mai facile: vorremmo che i piccoli non ne fossero toccati. Eppure è una realtà così intimamente legata alla vita che è legittimo parlare, per loro, di un diritto alla sofferenza.
Per riconoscere questo diritto, però, è necessario “chiamare per nome” le sofferenze da cui bambini e ragazzi sono toccati. Per chiarezza, ne distinguiamo tre categorie.


1) La sofferenza INDISPENSABILE: per crescere bisogna che i bambini imparino ad affrontare e a superare le sofferenze legate all'adattamento alla vita e alla realtà. Il bambino deve imparare che la mamma non può sempre stare con lui, che non si può volere ed ottenere tutto, che le regole sono necessarie. Per diventare grande il bambino deve imparare poco per volta a staccarsi dai piaceri e dalle sicurezze del restare piccolo.

Come fare per non negare al figlio il diritto a questa sofferenza? Occorre resistere alla tentazione di proteggerlo da ogni frustrazione, ostacolo o sentimento negativo. Un risvolto concreto consiste, ad esempio, nel non contraddire mai in sua presenza le posizioni assunte da altri educatori, insegnanti in primo luogo, per non rendere vana l’efficacia educativa di tali interventi. In caso contrario ci rendiamo complici delle spinte che si oppongono alla loro crescita.


2) La sofferenza INEVITABILE, perché legata alla vita stessa: è il confronto con la malattia, il limite fisico, la morte, che può toccare persone più o meno vicine o anche il bambino stesso. Queste forme di sofferenza chiamano in causa direttamente il rapporto che gli adulti hanno con queste dimensioni, ed è un conflitto spesso non risolto.

Cosa fare? È necessario in primo luogo ascoltare se stessi di fronte a quel dolore, non fuggirlo, non minimizzarlo, aiutare il bambino ad esprimere quello che prova e le domande che si fa, aiutarlo a prendere contatto col dolore restandogli accanto, parlare con lui e adoperare anche il linguaggio simbolico (storie, disegni…) per favorire l’accesso al mistero del dolore senza camuffarlo.

3) La sofferenza EVITABILE, che ogni adulto può e deve sforzarsi di risparmiare al bambino: è quella causata dagli adulti stessi.

Ecco alcune sofferenze che noi adulti, spesso inconsapevolmente, infliggiamo ai bambini:
- Chiediamo loro di riuscire nelle cose in cui noi nella vita non siamo riusciti
- Li puniamo perché ci rubano qualcosa: l’attenzione del partner, il tempo, le nostre abitudini…
- Li invidiamo perché hanno ancora davanti la vita
- Li vogliamo diversi da come sono
- Ci mostriamo delusi e insoddisfatti di loro al punto da dire (o lasciare capire) che “non li volevamo”
- Li tiriamo dentro ai nostri conflitti col partner, al punto da chiedere loro di “scegliere” tra mamma e papà.

Che cosa fare se ci rendiamo conto di infliggere ai nostri figli una sofferenza inutile?
- cercare onestamente la nostra responsabilità
- non banalizzare il dolore del bambino per paura di vedervi riflesse le nostre mancanze
- non lasciare spazio al senso di colpa e continuare ad agire da genitori
- lasciare che il dolore dei nostri figli ci metta in crisi e ci modifichi.

 

(Liberamente tratto da www.educazionerazionaleemotiva.it e da A. CENCINI, Se mi ami non dirmi sempre sì, San Paolo, Cinisello Balsamo 2013)

Associazione di Volontariato C.A.Sa.

Aperta ogni giorno dal martedì al sabato dalle ore 20.30 alle ore 22.00

Lecce

via Cosimo De Giorgi, 81
via Cosimo De Giorgi, 81
0832.394656
+39 0832 394656
casa@animare.it
casa@animare.it
casa.associazione@pec.it
casa.associazione@pec.it
CF
CF: 93037150757
Iban
Iban: IT56K0103016004000009303895

Bari

via Isonzo, 120 - BARI
via Isonzo, 120
080.3219316
+39 080 3219316
bari@animare.it
bari@animare.it

Santeramo

via Lecce, 45
via Lecce, 45
080.3022119
+39 080 3022119
casa.santeramo@animare.it
casa.santeramo@animare.it

Fano

via Cesare Battisti
via Edmondo De Amicis, 11
fano@animare.it
fano@animare.it

Ciao, noi usiamo i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore.
Navigando sul nostro sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Per maggiori informazioni