Creativity

Innovation

Originality

Imagination

 

Salient

Salient is an excellent design with a fresh approach for the ever-changing Web. Integrated with Gantry 5, it is infinitely customizable, incredibly powerful, and remarkably simple.

Download

 

VANGELO

Dal Vangelo secondo Marco - 16, 1-7
 

Passato il sabato, Maria di Màgdala, Maria madre di Giacomo e Salòme comprarono oli aromatici per andare a ungerlo. Di buon mattino, il primo giorno della settimana, vennero al sepolcro al levare del sole. Dicevano tra loro: «Chi ci farà rotolare via la pietra dall’ingresso del sepolcro?». Alzando lo sguardo, osservarono che la pietra era già stata fatta rotolare, benché fosse molto grande. Entrate nel sepolcro, videro un giovane, seduto sulla destra, vestito d’una veste bianca, ed ebbero paura. Ma egli disse loro: «Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. È risorto, non è qui. Ecco il luogo dove l’avevano posto. Ma andate, dite ai suoi discepoli e a Pietro: “Egli vi precede in Galilea. Là lo vedrete, come vi ha detto”».

Parola del Signore.


Domande

Non so che dire... dov'è finito Gesù? perché non si fa trovare? è sparito e lascia le sue amiche sole. E i discepoli dove sono? non dico gli altri che se l'erano filata, ma neanche Giovanni... come posso credere a questa resurrezione senza nessuna certezza? c'è uno che dice che è un angelo (boh?)… non capisco perché faccia tanta paura... e perché poi dovremmo dargli retta?

Risposta

Le tue domande sono taglienti, ma non mi meraviglio. Infatti, parlare della risurrezione di Gesù solo di fronte ai pochi versetti di oggi è alquanto difficile. Proverò un po’ ad allargare il discorso. Anzitutto bisogna tener presente che chi legge il vangelo è già cristiano e ha già ricevuto l’annuncio della risurrezione di Gesù nella sua completezza, mettendo insieme profezie, passione, morte, risurrezione, sepolcro vuoto, apparizioni di Gesù ai discepoli e ascensione al cielo. Questo racconto è molto scarno, ma suppone i tre annunci della risurrezione che Marco ha dislocato nel vangelo, chi li ha letti sa che si realizzano in questo momento. Mi sembra anche abbastanza comprensibile il fatto che Gesù non voglia fare nulla di spettacolare… per lasciare a bocca aperta le donne, le quali sicuramente si sarebbero spaventate (già di fronte all’angelo si spaventano perché si rendono conto che è qualcosa al di fuori dell’ordine naturale e all’inizio non sanno se è una cosa buona per loro o no). Invece Gesù semplicemente fa annunciare ad un angelo che è risorto e che manterrà la promessa di incontrare i suoi discepoli in Galilea. Infatti per Marco la missione di Gesù inizia e si conclude in Galilea, la terra in cui già convivono ebrei e pagani, quasi un simbolo della Chiesa al tempo in cui Marco scrive. Nella risurrezione i discepoli sono assenti. Sai già che nel vangelo di Marco i discepoli non fanno una figura molto bella. Alla conclusione essi sono assenti e le donne (continua il vangelo), dopo l’incontro con l’angelo, non riferiscono il messaggio ai discepoli. Sembra abbastanza chiaro che Marco stia dicendo ai cristiani che l’unico modello è Cristo e solo lui bisogna seguire, non i suoi discepoli, anche se la loro testimonianza sulla risurrezione di Gesù è decisiva per la fede, altrimenti noi nemmeno sapremmo che Gesù è risorto. La nostra fede allora non si poggia solo sulle parole dell’angelo alle donne, quello è solo l’inizio, poi Gesù è apparso ai suoi amici e ha affidato loro il compito di annunciare il vangelo in tutto il mondo e a tutti i popoli. La cosa più significativa che i discepoli hanno fatto, dopo aver raccontato la loro esperienza di Gesù, è quella di aver dedicato tutta la loro vita, fino al martirio, per diffondere la bella notizia che Gesù è risorto e quindi anche noi siamo destinati alla vita eterna. Per chiudere: Gesù non lascia solo nessuno, ha un modo tutto suo di rendersi presente… e quando tu preghi col cuore te ne puoi accorgere personalmente. Buona Pasqua.

Buona domenica. 

Associazione di Volontariato C.A.Sa.

Aperta ogni giorno dal martedì al sabato dalle ore 20.30 alle ore 22.00

Lecce

via Cosimo De Giorgi, 81
via Cosimo De Giorgi, 81
0832.394656
+39 0832 394656
casa@animare.it
casa@animare.it
casa.associazione@pec.it
casa.associazione@pec.it
CF
CF: 93037150757
Iban
Iban: IT56K0103016004000009303895

Bari

via Isonzo, 120 - BARI
via Isonzo, 120
080.3219316
+39 080 3219316
bari@animare.it
bari@animare.it

Santeramo

via Lecce, 45
via Lecce, 45
080.3022119
+39 080 3022119
casa.santeramo@animare.it
casa.santeramo@animare.it

Fano

via Cesare Battisti
via Edmondo De Amicis, 11
fano@animare.it
fano@animare.it

Ciao, noi usiamo i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore.
Navigando sul nostro sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Per maggiori informazioni