Creativity

Innovation

Originality

Imagination

 

Salient

Salient is an excellent design with a fresh approach for the ever-changing Web. Integrated with Gantry 5, it is infinitely customizable, incredibly powerful, and remarkably simple.

Download

 

 

Quando l'amicizia ha il profumo di futuro

 

A cura di: Equipe scuola superiore
Data 2004-11-03
Descrizione ... continua il confronto con Pietro amico di Gesu'

Progetto

Obiettivi dell'attività

Incontrare Gesù di Nazaret che rivela "L'amore più grande" e i modi concreti per viverlo.

Analisi

Destinatari dell'intervento educativo
Numero Da 10 a 20 ragazzi.
Età
Prima Infanzia (1-4 anni) Bambini (5-10 anni) Preadolescenti (10-14 anni) Itinerario indicato per Adolescenti (14-18 anni) Giovani (18-26 anni) Adulti (26 anni+)
      Adolescenti    
Livello di esperienza del gruppo
  • Iniziale
  • Intermedia
  • Avanzata

Metodo

Durata un'ora e trenta
Animatori richiesti 2

Esperienza iniziale:

Dire il nome di un amico e poi una capacità che ha ma che, in questo momento, non vive.

Lettura della Parola:

Mc16,13-19

Commento alla Parola:

Il passato:
Pietro da tempo conosce Gesù, ha iniziato il rapporto con lui incontrandolo grazie a suo fratello, poi ha preso a frequentarlo spesso, ad invitarlo a casa sua, ora, ormai, vive insieme a lui ogni giorno.
Gesù ha visto da subito in Pietro una persona speciale, probabilmente nel suo incontro con lui c'è stata quell'intesa immediata, quel riconoscimento fulmineo di un altro con cui ci si intende al volo. Probabilmente è entrato presto e facilmente in dialogo con lui, favorito certamente anche dal carattere di Pietro, piuttosto estroverso, aperto e dalla parola facile.
Qui:
Pietro lo troviamo in viaggio con il gruppo e con Gesù, quando Gesù chiede che cosa pensano di lui, come capita facilmente fra amici, Pietro risponde subito le parole gli vengono fuori una dietro l'altra senza difficoltà, dice cose su cui non aveva mai riflettuto prima. Tradotto nel nostro linguaggio gli dice pressappoco così: tu sei quello capace di realizzare ogni promessa di Dio e ogni desiderio che ci può essere sulla terra, sei quella persona mai prima incontrata che è capace di compromettersi cioè prendere a cuore e portare avanti fino alla fine le promesse che fa, qualunque sia il prezzo, dovesse pure rimetterci tutto. Gli dice: uno come te non si era mai visto prima, e ogni uomo desidera incontrare un amico come te, sei uno che per come vuole bene mostra di essere davvero speciale. Sei il Figlio di Dio, capace di amare la vita davvero e di crearla dove crei dei rapporti con gli uomini. Pietro dice queste cose così, di getto: ha avuto per un attimo uno sguardo sul suo amico Gesù che non era solo frutto delle cose che gli aveva visto fare, ha avuto un'intuizione, diremmo noi, è stato capace di vedere oltre il visibile, cioè ha guardato Gesù non solo pensando al passato che hanno condiviso, ma al futuro. Lo ha guardato con occhi diversi , con gli occhi del cuore, non inteso come romanticherie e sentimenti sdolcinati, altrimenti avrebbe detto: Tu sei l'amico più caro del mondo, ti stimo, hai delle belle idee, con te mi sento al settimo cielo. Lo ha guardato con gli occhi che vedono in profondità e riconoscono che nell'altro c'è un mistero che può essere appena sfiorato e al quale ci si può legare profondamente perchè è il mistero della sua persona.
Gesù, dopo aver ascoltato Pietro, gli dice parole che mai nessuno gli aveva detto. Gesù comincia a parlare di lui, dipinge con poche parole tutto quello che vede della bellezza della sua persona, gli riporta un'immagine dinanzi alla quale Pietro sarà rimasto stupefatto. Gesù conosce Pietro, e pure Pietro si conosce: le sue fragilità, i suoi difetti, i suoi errori... qui però Gesù parla del suo futuro come mai e poi mai Pietro lo avrebbe immaginato, perchè gli parla di come sarà proprio grazie a quello che Pietro è stato capace di vedere in lui. La loro amicizia, la loro unità, quella fedeltà che Gesù garantisce e che Pietro imparerà qui, si fa indistruttibile e capace di proiettarsi nel futuro, di anticiparlo e costruirlo.

Preghiera personale per il biennio:

Signore,
forse nella mia vita senti odore di muffa. Mi sento fregare un po', ma lo devo ammettere: io il futuro non sono proprio capace di abitarlo, se riesco un po' a pensarci lo faccio in un modo poco concreto, mi immagino cose che durano poco nella mia memoria o sono completamente irreali. Altre volte ho pensato un futuro lontano, ma non ho saputo andare più in là di una settimana.
Per onestà e per provare ad essere un po' più sincero e meno superficiale con me stesso, devo dirmi e devo dirti che le mie amicizie sono tutte al presente. Dei miei amici ... (inserire nomi) - e mi fermo a questi fra le decine di persone a cui do' questo nome - non riesco a vedere il futuro.
Forse sono cieco.
O non sono amico? O non li conosco?
O quando sto con loro e penso a loro o dico che sono amico loro non faccio altro che pensare solo a me, a quello che mi piace, a quello che da loro voglio, mi serve, mi fa sentire bene?
Se mi penso così mi faccio un po' schifo.
Io, un amico che fa così, so che alla fine ti lascia solo o non riesce a vederti cambiare. Un amico così ti fa ammuffire, ti rende uno zombiee, incapace di vivere e tirare fuori le cose migliori che hai dentro.
Io, un amico che fa così, so che non è capace neppure di mettersi con una ragazza: riuscirebbe solo a godersela per qualche tempo e poi, quando ci si stanca, si molla. Forse si molla una persona che ha dentro un mistero? Il fatto è che io il mistero non so vederlo e vedo solo quello che le emozioni mi fanno vedere.
Ho fatto così con ... (nome) e l'ho mollato/a quando ... (completare)
Ho fatto così con ... (nome) e l'ho mollato/a quando ... (completare)
Ho fatto così con ... (nome) e l'ho mollato/a quando ... (completare)
Ora ci provo, Signore, a sentire il profumo di futuro nei miei amici, perchè a loro voglio bene davvero e anche noi dovremmo realizzare insieme cose belle, grandi.
Di ... (nome) vedo ... (completare);
Di ... (nome) vedo ... (completare);
Di ... (nome) vedo ... (completare);
e io per loro potrei ... (completare) altrimenti che amico sono?

Preghiera personale per il triennio:


Forse qui è la chiave per cogliere più a fondo quel profumo di stantio che avvolge alcune amicizie. E anche per trovare una strada capace di inebriarmi rispetto ad altre.
Penso a ... (completare)
Penso a ... (completare)
Signore, insegnami ... (completare)
Mostrami ancora ... (completare)
Non farmi strare tranquillo quando ... (completare)
Perchè davvero ... (completare)

Proposta di impegno per la settimana:

Dire il nome di una persona che vogliamo guardare con gli occhiali del futuro, trovando un elemento che sia visibile nell'oggi. (simbolo un paio di occhiali disegnati).

Associazione di Volontariato C.A.Sa.

Aperta ogni giorno dal martedì al sabato dalle ore 20.30 alle ore 22.00

Lecce

via Cosimo De Giorgi, 81
via Cosimo De Giorgi, 81
0832.394656
+39 0832 394656
casa@animare.it
casa@animare.it
casa.associazione@pec.it
casa.associazione@pec.it
CF
CF: 93037150757
Iban
Iban: IT56K0103016004000009303895

Bari

via Isonzo, 120 - BARI
via Isonzo, 120
080.3219316
+39 080 3219316
bari@animare.it
bari@animare.it

Santeramo

via Lecce, 45
via Lecce, 45
080.3022119
+39 080 3022119
casa.santeramo@animare.it
casa.santeramo@animare.it

Fano

via Cesare Battisti
via Edmondo De Amicis, 11
fano@animare.it
fano@animare.it

Ciao, noi usiamo i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore.
Navigando sul nostro sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Per maggiori informazioni