Creativity

Innovation

Originality

Imagination

 

Salient

Salient is an excellent design with a fresh approach for the ever-changing Web. Integrated with Gantry 5, it is infinitely customizable, incredibly powerful, and remarkably simple.

Download

Nella casa di riposo che frequentiamo ci sono tanti segnali di eterogeneità: persone dalle storie diversissime vivono lì, talvolta con la sola costante della terza età. Uno di questi fattori di diversità, strano a dirsi, è la lingua, o meglio il dialetto, con cui ciascuno si esprime. Non è che ci siano chissà quali disparate origini (per quanto ci è dato di conoscere), tuttavia basta la provenienza da provincie limitrofe a creare dispute lessicali su tradizioni, modi di dire, dettagli culinari…

In tutto ciò, la signora Vincenza rappresenta comunque un caso del tutto particolare, dal momento che parla un dialetto così stretto che per la maggior parte del tempo ci sembra blaterare… Provate a immaginare quanto questo ci abbia messo in difficoltà i primi tempi, quanto possa essere stato frustrante chiedere fino alla terza volta “Come? Può ripetere?!”, salvo poi archiviare tutto con un sorriso di circostanza, annuendo col capo in segno di solidarietà.

Sia chiaro: in determinate situazioni, la signora Vincenza riesce a farsi capire, eccome! Non le servono le parole, ad esempio, quando agita le mani e mostra le gambe fasciate, per farci comprendere come la facciano molto soffrire. Allo stesso modo, per capire quanto tenga all’ordine degli ambienti comuni, è sufficiente vederla rimboccarsi le maniche e sollevare fino a quattro sedie per volta per riportarle al loro posto alla fine di ogni incontro. Per darvi un’idea di quanto sia estroversa: quando le abbiamo regalato un fiore in occasione del suo compleanno, i lineamenti del viso erano tutti un’esplosione di gioia e la non smetteva più di correre su e giù per la stanza (anche se poi, come spesso accade con le nostre “vecchie amiche”, il fiore è finito ad adornare l’altare della Madonna…).

È proprio a causa di questa sua estroversione che continua a insistere sul canale verbale, nonostante noi, in circa un anno e mezzo di torrenziale loquacità, siamo riusciti a cogliere soltanto la parola “cunigghie” (coniglio). Tenere testa ai suoi approcci incalzanti diventa sempre più complicato quando le possibili risposte si limitano a un sorriso impacciato e compiacente.

Tuttavia, non crediate che questo sia riuscito a fermarla. Nella sua ricerca di corrispondenza, ha fatto finalmente centro quando ha captato la stessa frequenza di Lara, una volontaria del nostro gruppo che di certo non spicca per chissà quale eloquio. Lara usa le parole perlopiù per esprimere l’affetto e alle nostre battute che la chiamano in causa risponde di solito con un “Ma sentilo!”, che forse assomiglia non poco ai sorrisi imbarazzati che rivolgiamo alla signora Vincenza quando non riusciamo a comprenderla. Sarà stata questa affinità a far incontrare questi due mondi? Fatto sta che le due, zitte zitte (si fa per dire!), sono riuscite a scovare un’originale sintonia.

Ce ne siamo accorti un giorno quando, nel bel mezzo di un canto, ci siamo trovati sotto gli occhi la scena quantomeno curiosa di Lara e la signora Vincenza che trattenevano a stento un riso a crepapelle, una con le mani sulla bocca nel tentativo di arginare un’incontenibile ilarità, l’altra, senza alcun ritegno, con la testa buttata all’indietro a sganasciarsi dalle risate. Non abbiamo mai capito cosa avessero tanto da ridere, è rimasta una cosa tra loro: per certo, da allora, si è instaurata un’inedita familiarità che ci aiuta ad essere diversi e uniti fra noi.

Due orecchini di grosse perle, spesso diversi tra loro, delle allegre babbucce azzurre ai piedi e una morbida chioma di capelli bianchi. Nella sua splendida forma, la signora Iolanda ci raggiunge ogni martedì ballando al ritmo di musica. Cosa c’è di strano? Niente, se non fosse che la nostra ballerina Iolanda compirà tra pochi giorni 101 anni!

A ritmo di musica arriva nel salone in cui ci incontriamo tutti insieme e ci ricorda immediatamente che il ritmo della vita non si arresta da anziani, al massimo rallenta, ma può essere sempre ravvivato con un po’ di allegria. Quando anche qualcun altro si lascia trascinare dai passi di danza suoi e di Rita, allora il desiderio di rimettersi in piedi si risveglia anche nelle nonne più pigre o che sono ferme su una sedia a rotelle.

Sarà  perché è stata la prima persona ad invitarci ai festeggiamenti dei suoi 100 anni, sarà perché non ci risparmia mai una carezza e un saluto caloroso accompagnato da un “Beddhra, si beddhra!”, la signora Iolanda, con le sue battute e qualche pillola di saggezza, è stata tra le prime nonne a fare breccia nel cuore dei volontari e a conquistarsi le loro simpatie.

Una presenza costante e piena di brio che, in quest’anno trascorso nella casa di riposo, non ha mai finito di stupirci e forse non finiremo mai di invidiarla un po’, come quando accusando qualche doloretto di spalla dichiarò: “Ah... questi dolori stanno iniziando troppo presto!”.

Pronta a partecipare e a lasciarsi coinvolgere, la signora Iolanda è diventata presto una delle nonne preferite di molti di noi. Con lei è possibile trascorrere insieme un tempo piacevole, giocare, ma anche affrontare discorsi più seri, divenendo di tanto in tanto la spalla dei presentatori delle nostre giornate insieme.

Per tutti noi è bello stare con lei, perché nei suoi occhi e nelle sue parole si vede la forza di una lunga storia e la gioia di essere nel presente insieme a chi, proprio oggi, fa parte della sua storia.

Associazione di Volontariato C.A.Sa.

Aperta ogni giorno dal martedì al sabato dalle ore 20.30 alle ore 22.00

Lecce

via Cosimo De Giorgi, 81
via Cosimo De Giorgi, 81
0832.394656
+39 0832 394656
casa@animare.it
casa@animare.it
casa.associazione@pec.it
casa.associazione@pec.it
CF
CF: 93037150757
Iban
Iban: IT56K0103016004000009303895

Bari

via Isonzo, 120 - BARI
via Isonzo, 120
080.3219316
+39 080 3219316
bari@animare.it
bari@animare.it

Santeramo

via Lecce, 45
via Lecce, 45
080.3022119
+39 080 3022119
casa.santeramo@animare.it
casa.santeramo@animare.it

Fano

via Cesare Battisti
via Edmondo De Amicis, 11
fano@animare.it
fano@animare.it

Ciao, noi usiamo i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore.
Navigando sul nostro sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Per maggiori informazioni